Sell in Sell out

L’IoT in pratica

0
1037

Il mercato dell’IoT in Italia e come i dispositivi “smart” creano opportunità di sviluppo per il grossista e i suoi clienti.

Secondo una recente ricerca dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano, nel 2017 il mercato dell’IoT in Italia è arrivato a toccare i 3,7 miliardi di euro, con una crescita del 32% rispetto al 2016. La spinta proviene sia dalle applicazioni più consolidate che sfruttano la “tradizionale” connettività da mobile, sia da quelle che utilizzano altre tecnologie di comunicazione. Questi numeri confermano la rilevanza dell’Internet of Things nello sviluppo del mercato digitale in Italia, che nel suo complesso ha fatto registrare una crescita del 2,3% all’interno dello stesso anno, raggiungendo i 67,6 miliardi di euro. Numeri che dimostrano anche come il mercato IoT italiano risulti allineato o superiore a quello di altri Paesi occidentali, sebbene ancora inferiore rispetto a Germania e Francia. In particolare il mercato delle soluzioni IoT per la Smart Home in Italia ha registrato un elevato tasso di crescita, arrivando a toccare quota 250 milioni di euro (+35% rispetto al 2016).

 

IoT come Comfort di sistema (cortesia: Vimar)

Come cambia il rapporto uomo-edificio

Tutto questo crea i presupposti per un nuovo modo di approcciare alla filiera, avviando un dialogo costante sia con i principali produttori di tecnologie che con i più importanti player dei vari settori merceologici. Il risultato sono numerose partnership che ampliano il range d’azione delle soluzioni connesse rispondendo così a qualsiasi esigenza del mercato. Il rapporto che da sempre unisce l’uomo all’edificio viene quindi reinterpretato con l’obiettivo di semplificare le grandi come le piccole azioni del vivere quotidiano, ma anche di facilitare il lavoro dei professionisti del settore. L’attenzione per il design, con un perfetto coordinamento estetico e funzionale tra prodotti ed interfacce utente sia fisiche che digitali, permettono di semplificare al massimo l’esperienza utente garantendo una maggiore fruibilità della tecnologia.

 

 

IoT come Sicurezza di sistema (cortesia: Vimar)

Colmare il gap dell’offerta

In questo scenario di forte innovazione, le aziende operanti nel settore impiantistico civile stanno potenziando l’offerta con una molteplicità di prodotti e sistemi connessi a valore aggiunto. Tali soluzioni permettono di colmare il gap d’offerta al mercato finale, che va dall’impiantistica elettrica tradizionale alle consolidate soluzioni domotiche cablate per il mercato professionale. Termostati connessi, videocitofoni connessi, cancelli connessi sono soluzioni che permettono di portare valore al mercato ed a tutta la filiera che vi opera, garantendo il massimo del confort, della sicurezza e dell’efficienza energetica per gli edifici e gli utenti che li abitano.

 

Standard più elevati

Non dimenticando che per i professionisti, la connettività agli impianti (realizzata coi più alti standard di sicurezza informatica) garantisce la possibilità di erogare ai propri clienti un migliore servizio per interventi di manutenzione o riconfigurazione/personalizzazione delle funzioni dell’impianto stesso. Il tutto sempre organizzato velocemente, nel massimo rispetto della privacy ed in modo del tutto non invasivo. In conclusione, le soluzioni IoT sono pensate per garantire comfort, sicurezza ed efficienza energetica, con il grande vantaggio di totale supervisione e controllo remoto tramite semplici App. Sono disegnate attorno ai bisogni degli utilizzatori, ma anche aperte a servizi ad alto valore aggiunto sia per il consumatore che per l’installatore e tutti gli attori della filiera.

 

(Andrea Carbonaro)

IoT come Efficienza Energetica (cortesia: Vimar)

Sell-in. Le ragioni per investire

1.Oggi i prodotti collegati al mondo Internet of Things sono sempre più semplici da proporre, installare, configurare e utilizzare e questo sta contribuendo ad una sempre più massiccia loro diffusione

2.I prodotti “connessi” offrono la possibilità di aumentare il valore medio dell’impianto

3.La diffusione di questi prodotti, ormai sempre più affidabili, è sostenuta da attività pre e post vendita e di formazione al personale della distribuzione e ai loro clienti da parte delle aziende più innovative

4.Il mercato si sta orientando sempre più in direzione di tecnologie “connesse” e in grado di dialogare tra loro

5.Offrire in modo competente prodotti e soluzioni legati al mondo del IoT può fare ancora la differenza rispetto ad alcuni competitor

 

Sell-out. Cosa dire al cliente.

1.Per il cliente finale installare prodotti connessi e intelligenti significa dotare la casa di una tecnologia che offre più efficienza energetica, più sicurezza, più controllo e più comfort

2.Un impianto composto da prodotti legati al mondo dell’Internet of Things può essere ampliato nel corso del tempo, aggiungendo in qualsiasi momento nuovi dispositivi per aumentare le funzioni dell’impianto

3.La maggior parte di questi prodotti è studiata in modo da fare del design un valore aggiunto, per avere un impianto elettrico esteticamente coordinato

4.Molti di questi prodotti beneficiano di incentivi statali, in particolare nel caso delle ristrutturazioni. In questo modo il cliente può recuperare parte della spesa effettuata per il loro acquisto

5.L’utilizzo di questi prodotti è semplice e alla portata di tutti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here