La rivoluzione digitale in un armadio

0
271

Il lancio di VX25 spinge il mondo della quadristica verso Industria 4.0. Edgardo Porta, direttore marketing di Rittal: “La combinazione di un armadio reale e del suo gemello digitale permetterà di soddisfare tutte le future esigenze di digitalizzazione in ogni processo della catena del valore”

“L’intenso dialogo con i clienti è stato di fondamentale importanza ai fini della nascita del nuovo sistema di armadi componibili. Alla base del processo si trovano infatti i requisiti emersi da uno studio di valutazione relativo alla facilità di utilizzo che è stato condotto su larga scala presso piccole, medie e grandi aziende di tre continenti. In alcuni casi sono state individuate esigenze che i clienti stessi non avevano ancora percepito: nessuno di questi elementi è stato trascurato nella successiva fase di sviluppo”. Edgardo Porta, direttore marketing di Rittal, spiega cosa ha portato Rittal a dare un successore al ben noto TS 8.

Edgardo Porta, direttore marketing Rittal “..La collaborazione con il canale distributivo è fondamentale nelle strategie di Rittal e continuerà a esserlo. In questo momento avrà un ruolo fondamentale la formazione, indispensabile per introdurre in modo corretto il nuovo prodotto. Sono in corso training strutturati per permettere alla rete di vendita dei partner qualificati di conoscere meglio VX25 e approfondire il concept che si trova alla base del suo sviluppo”

Quale valore aggiunto avete inteso offrire con VX25?

Stiamo vivendo un processo di rapido sviluppo tecnologico che permea l’industria attuale in tutti i suoi aspetti. Il mondo della quadristica deve fare i conti con questa realtà e con le nuove esigenze: accorciare i tempi di produzione, dalla progettazione fino all’assemblaggio, ridurre la complessità, potersi integrare a pieno titolo nel megatrend della digitalizzazione. Rittal VX25 è pertanto il primo armadio interamente sviluppato per soddisfare i requisiti di maggiore produttività nella filiera della quadristica e lungo la catena del valore di Industria 4.0. Promette un grande salto innovativo offrendo massima qualità e consistenza dei dati, riduzione della complessità e risparmio di tempo, oltre ad una totale sicurezza in fase di montaggio. Il “cuore” dell’innovazione è il nuovo profilo del telaio, che offre simmetria e accessibilità da tutti e quattro i lati. Esso determina lo spazio di installazione, l’efficienza di progettazione e assemblaggio, le opzioni di ampliamento, la stabilità e quindi l’affidabilità e la flessibilità nell’ambiente lavorativo del cliente.

Avete previsto attività di comunicazione su misura per il canale dei distributori di materiale elettrico?

La collaborazione con il canale distributivo è fondamentale nelle strategie di Rittal e continuerà a esserlo. In questo momento avrà un ruolo fondamentale la formazione, indispensabile per introdurre in modo corretto il nuovo prodotto. Sono in corso training strutturati per permettere alla rete di vendita dei partner qualificati di conoscere meglio VX25 e approfondire il concept che si trova alla base del suo sviluppo, così da poter comunicare al mercato la filosofia e i plus di Rittal. Tutto ciò all’interno di un piano di sviluppo della nostra brand reputation che comprende anche altri strumenti per supportare la lead generation verso il cliente finale.

Rittal VX25: il “cuore” dell’innovazione è il nuovo profilo del telaio, che offre simmetria e accessibilità da tutti e quattro i lati

 

Come si integra il tutto nelle vostre strategie di canale di medio e lungo periodo?

Negli ultimi anni abbiamo intrapreso un processo di consolidamento della collaborazione con il canale distributivo, da cui scaturiscono sia una maggiore capillarità sul mercato, sia la creazione e gestione di piani formativi e di marketing congiunti. L’obiettivo è far crescere il brand in modo capillare, attraverso un rapporto proattivo e sinergico. Questo processo continuerà nel prossimo futuro, ricevendo un ulteriore importante impulso dalle iniziative connesse con il lancio di VX 25.

Un dettaglio del nuovo armadio: la riduzione della complessità e il risparmio di tempo, oltre ad una totale sicurezza in fase di montaggio sono stati fra gli obiettivi prioritari della progettazione

 

IoT e Industry 4.0: sono le due parole-chiave del presente e del futuro del settore?

IoT e Industry 4.0 sono indubbiamente temi fondamentali per l’innovazione dei processi di sviluppo e produzione. La digitalizzazione – che accomuna entrambi – è ormai riconosciuta come asset fondamentale per le aziende che mirano ad un futuro di crescita in ambito internazionale e si trova anche alla base dello sviluppo del nuovo sistema di armadi. Rittal VX25 supporta infatti il settore della quadristica nel percorso verso Industria 4.0. Grazie all’elevata qualità e coerenza dei dati di progettazione, Rittal crea le condizioni per fondere i flussi di lavori reali e digitali, con un significativo aumento dell’efficienza per i costruttori di quadri e apparecchiature elettriche. Con il VX25, tutti i dati 3D sono disponibili con la massima qualità. La combinazione di un armadio reale e del suo gemello digitale permetterà di soddisfare tutte le future esigenze di digitalizzazione in ogni processo della catena del valore della quadristica: dalla configurazione online, all’ingegneria, dall’assemblaggio all’automazione e al monitoraggio. Inoltre, VX25 è corredato da una gamma completa di tool di configurazione e da un sistema di tracciabilità  dei componenti nell’intero flusso di lavoro tramite QR code che consente la loro assegnazione ai corretti programmi di lavorazione e la registrazione dei loro tempi di realizzazione. In futuro sarà possibile il controllo e la tracciabilità dell’intera produzione degli armadi elettrici per ottimizzarne i processi.

(Stefano Troilo)

 

Capofila di una grande “famiglia”

Fondata nel 1961 a Herborn (Germania), Rittal è la più grande società del Friedhelm Loh Group, a sua volta presente nel mondo con 18 siti produttivi e 80 filiali. È un fornitore mondiale leader in soluzioni per armadi di comando, distribuzione di corrente, sistemi di climatizzazione, infrastrutture IT, Software & Service. I suoi sistemi sono impiegati in oltre il 90% dei settori industriali internazionali, tra i quali ingegneria meccanica e impiantistica, food & beverage, Information Technology e telecomunicazioni.  L’ampia gamma include armadi configurabili i cui dati sono disponibili durante l’intero processo di produzione. Le soluzioni di raffreddamento intelligenti, con un consumo energetico e di CO2 ridotti fino al 75%, possono comunicare con l’ambiente di produzione e consentire di gestire manutenzione e servizi in modo predittivo. Nel portfolio prodotti anche soluzioni IT innovative, dai rack ai Data Center modulari fino alle soluzioni Edge e Hyperscale Computing. Eplan e Cideon, fornitori leader di software, completano la catena del valore fornendo soluzioni ingegneristiche interdisciplinari, mentre Rittal Automation Systems offre sistemi di automazione per l’ingegneria dei quadri di comando. Il Friedhelm Loh Group si avvale di oltre 11.500 collaboratori e nel 2017 ha conseguito un fatturato di circa 2,5 miliardi di Euro. Nel 2018 alla “family company” è stato assegnato il “Top German Employers” per il nono anno consecutivo. La rivista Focus Money lo ha definito, per la terza volta nel 2018, come uno dei migliori fornitori nazionali di formazione professionale

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here