Grandi risultati per la filiale Telmotor di Roma

0
477

Riscontri positivi ottenuti dalla Business Unit Light Consulting.

Oltre ai prestigiosi progetti di automazione industriale crescono le collaborazioni con progettisti e architetti nel settore illuminotecnico.

Ottimi risultati per la filiale Telmotor di Roma presente nella capitale dal 2010, con un team esperto di otto persone tra squadra tecnica e commerciale, entrambe fortemente specializzate su tutti i prodotti e le soluzioni all’avanguardia delle tre Business Unit. L’efficienza e la consulenza specifica che da sempre contraddistinguono l’azienda hanno permesso di realizzare prestigiosi progetti di automazione industriale. Inoltre, grazie alla professionalità della Divisione Light Consulting, la filiale di Roma ha ultimato importanti commesse anche in ambito illuminotecnico.

Dal Centro Nazionale Trapianti, dove Telmotor ha creato un sistema d’illuminazione ad hoc, all’Istituto centrale per il Catalogo e la Documentazione – MiBACT, situato in uno dei più imponenti edifici della Capitale, passando poi per la referenza del parco divertimenti per bambini LunEur, fino a quella residenziale di Villa Caracalla, il Ristorante Romolo Ostia per il settore della ristorazione e infine in ambito ecclesiastico, il Collegio delle missioni estere in Sant’Ignazio, nonché residenza dei Gesuiti.

Telmotor Roma ha messo a disposizione tutto il proprio know-how per offrire forniture illuminotecniche su misura per ogni ambiente e richiesta: dai progetti nei musei, alle residenze private, fino ai luoghi di culto, ristoranti, hotel e aziende.

In ambito museale degno di nota è il progetto di illuminazione delle teche della splendida Sala dei Bronzi all’interno del Museo Nazionale Romano. Altra prestigiosa referenza è l’Hotel dei Barbieri dove Telmotor è intervenuta per illuminare l’intero albergo, ma non solo ospitalità, l’azienda ha un portafoglio di importanti commesse anche in ambito office – come i progetti di illuminazione dell’headquarter di Angelini Farmaceutica e del Global Solar Fund – e per il settore del retail, dove Telmotor può contare su un progetto di illuminazione dello showroom di David Mayer in Via del Corso. La versatilità di Telmotor è sottolineata dal portafoglio significativo di queste commesse, realizzate brillantemente negli ambiti più diversi, ognuna con le proprie specifiche necessità.

La filiale Telmotor di Roma non solo è molto attiva sul territorio locale, ma anche su quello nazionale e ha recentemente realizzato il progetto di illuminazione dell’intera esposizione del Museo dell’Occhiale di Luxottica ad Agordo (BL) e del Flagship store di Oakley in Piazzale Cadorna a Milano.

L’azienda è anche molto attiva nella formazione all’interno del circuito di Academy di Telmotor Group, attraverso il quale offre corsi specifici, convegni e workshop supportati da partner e docenti di riferimento nel settore. Ne è chiaro esempio l’incontro dal titolo “Illuminazione museale e delle opere d’arte”, presentato lo scorso giugno nella location, illuminata dalla stessa azienda, ICCD – Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione – di Roma. L’evento, dedicato specificamente alla figura professionale dell’architetto, ha riscosso grande successo, a conferma del ruolo ormai assunto da Telmotor nel settore delle forniture elettriche e illuminotecniche.

La partnership con gli architetti si traduce anche nella sponsorizzazione della squadra di calcio ALOA GUNNERS, fondata dall’Associazione Ludica Ordine Architetti Roma. La squadra è stata fondata 5 anni fa e da allora partecipa con successo ai tornei di calcio che la vedono scontrarsi con altri team che rappresentano ordini professionali e aziende.

Un anno impegnativo, ricco di attività e soddisfazioni, che vede il team Telmotor Roma pronto a offrire il proprio supporto e la propria consulenza a tutti i target di riferimento, dai costruttori di macchine, ai quadristi e system integrator, agli installatori e aziende, fino a stringere forti collaborazioni con architetti e studi di progettazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here