Sell in Sell Out - PoE -Power over Ethernet

Soluzioni a portata di cavo

0
220
La tecnologia PoE 4Power per installazioni a lunga distanza.

La tecnologia Power over Ethernet (PoE) permette di alimentare le periferiche di rete utilizzando il solo cavo LAN, semplificando il cablaggio e le connessioni. Tra i suoi principali vantaggi, le ridotte dimensioni delle periferiche e il minore spazio necessario all’installazione, impianti a bassa tensione, strategie intelligenti per il risparmio energetico, controlli e alimentazione centralizzati.

Negli ultimi anni,  i sistemi PoE hanno compiuto significativi passi avanti in termini di potenza, riduzione della perdite sui cavi ethernet e risparmio energetico. Con il protocollo IIEEE 802.3at (detto anche PoE+) è possibile disporre fino a 30 Watt di potenza. Il limite tradizionale dei 100 m può essere facilmente esteso con un LAN PoE Extender o switch intermedi.

Mini switch desktop 4N-04P1TX PoE 4Net con power budget 65 W, con uplink Gigabit PoE e 4 porte 10/100 PoE (cortesia immagini: 4Power)

Risparmio energetico

Una periferica di rete viene normalmente alimentata 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno: anche pochi Watt fanno la differenza, sia dal punto di vista della bolletta che da quello dell’ambiente.  In un cablaggio tradizionale, ciascun apparato ha un alimentatore, interno o esterno, che resta costantemente sotto tensione per funzioni tipo il wake-on-lan o per l’attivazione con telecomando. I dispositivi PoE possono essere spenti da remoto, senza bisogno di mantenere sotto tensione il cavo di collegamento. I nuovi protocolli PoE+ IIEEE 802.3at includono le indicazioni per l’Energy Efficient Ethernet (EEE o Green Ethernet).

Controllo a distanza e automazione delle funzioni

Uno dei grandi vantaggi dell’alimentazione PoE è la possibilità di controllare da remoto accensione e spegnimento di singole periferiche o di intere sezioni della rete in modo manuale, automatizzato o su eventi a seconda delle necessità. Ad esempio, è possibile disattivare ad una certa ora gli access point Wi-Fi e i relativi switch, e deviare l’energia per attivare le videocamere di sorveglianza notturna. In un albergo o in una struttura dirigenziale è possibile disattivare le stanze vuote, risparmiando energia, aumentando la vita utile degli apparecchi e migliorando la sicurezza. Inoltre, per mantenere al massimo l’efficienza dei dispositivi di rete, vengono programmati riavvii automatici delle periferiche e in caso di problemi nella risposta, attivate procedure di reboot automatico.

4N-24HP2T2F Switch PoE 4Net con power budget fino a 450 W, doppia porta SFP per uplink in fibra ottica (cortesia immagini: 4Power).

Continuità elettrica ottimizzata

Per proteggere l’impianto dai black out, è sufficiente un UPS per alimentare lo switch PoE ed assicurare il funzionamento di tutte le periferiche collegate. Esistono anche degli speciali Switch PoE che integrano UPS e connessioni in fibra ottica per gli Uplink.

Una frontiera in piena espansione

La tecnologia PoE si sta affermando in molti settori e porta una convergenza tra impianto elettrico, trasmissione dati e building automation. L’incremento della potenza trasmissibile sui cavi ethernet e la riduzione delle potenze in gioco per molti attuatori, permette interessanti innovazioni: ad esempio nel settore illuminazione, dove punti luce LED alimentati via PoE facilitano la gestione intelligente delle luci ed eliminano il cablaggio di potenza. Il protocollo IEEE 802.3bt annunciato per inizio 2018, unificherà i prodotti PoE ad alta potenza (fino a 100W) ed include il supporto per i nuovi protocolli Gigabit Ethernet 2.5GBASE-T, 5GBASE-T e 10GBASE-T, aprendo nuove frontiere ai cablaggi in rame nella banda larga, alla domotica ed alla building automation.

(Stefano Troilo)

 

Integra C: Switch Gigabit PoE + 2 porte SFP , alimentatore ad alta efficienza e UPS integrato con pacco batterie aggiuntivo (cortesia immagini: Eurogroup / 4Power Srl).

SELL IN. LE RAGIONI PER INVESTIRE

1.È una tecnologia in pieno sviluppo che offre opportunità anche nel settore della building automation e dell’illuminazione. E’ previsto a inizio 2018 il rilascio dei nuovi protocolli IEEE 802.3bt, che prevedono fasce di potenza fino a 100W. Vengono implementate sempre nuove strategie per il risparmio energetico e i nuovi protocolli prevedono sempre la retrocompatibilità

2.Molte delle competenze per la gestione della tecnologia PoE sono già presenti nel comparto in forme diverse: programmazione delle centraline, domotica, eccetera

3.La PoE si sta affermando per la semplicità nei cablaggi e per il risparmio energetico, cose che altre tecnologie non offrono

4.E’ l’ideale per coniugare i vantaggi della fibra ottica con la flessibilità delle reti locali in rame. Si integra perfettamente con la banda larga

5.Poter controllare da remoto le periferiche è essenziale, nei settori trasmissione dati, sicurezza e building automation

SELL OUT. COSA DIRE AL CLIENTE

1.La PoE permette di risparmiare tempo nel cablaggio e nell’installazione, semplificando le installazioni in punti difficili: basta un cavo ethernet. Prestare attenzione alla qualità dei cavi e delle crimpature

2.Le periferiche hanno dimensioni minori in quanto il trasformatore e l’alimentatore non sono presenti

3.Il costo lievemente maggiore delle periferiche è ampiamente compensato dai risparmi in termini di installazione, manutenzione, consumo energetico e sicurezza

4.Tutto l’impianto è a bassa tensione e comporta rischi  minori

5.Il controllo centralizzato consente una gestione semplificata e impianti scalabili; inoltre, basta un solo UPS per assicurare continuità elettrica a più periferiche

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here