LASTORIAELETTRICA - Cieb Brescia Sonepar Italia EMA Cereda

1.Esperienze (come un mosaico)

0
1036

AperturaUNO magazzino CIEB

 

In questa seconda uscita de LASTORIAELETTRICA, il nostro spazio è declinato in una puntata cluster, dove  – con una sintesi efficace – sono proposti tre diversi percorsi che sottolineano alcune dinamiche centrali della filiera, tre realtà differenti per un unico racconto

 

Le persone che danno vita al mondo della distribuzione, raccontano e si raccontano:  tre aziende, sei uomini, una donna. Sette storie minime si intersecano a vicenda, in un ritratto inedito del trade elettrico italiano. Le loro giornate danno corpo a un mosaico cangiante, le cui tessere sono le piccole sfide quotidiane e grandi obiettivi da raggiungere

CIEB Brescia. Da sx, Andrea Pirovano, Fabio Bornati e Andrea Posante
CIEB Brescia. Da sx, Andrea Pirovano, Fabio Bornati e Andrea Posante

 

 

DIVENTIAMO GRANDI #1 Andrea Pirovano, Fabio Bornati e Andrea Posante lavorano nella divisione luce della C.I.E.B. Elettroforniture di Brescia. Sviluppano progetti illuminotecnici, guidano i clienti alla scelta di prodotti e soluzioni. Il loro compito si svolge in più fasi: prendono nota delle esigenze del cliente aiutandolo a mettere a fuoco le effettive necessità, individuano la tipologia di prodotti per realizzare al meglio il progetto e, una volta fatta la proposta al cliente, sono disponibili per apportare eventuali integrazioni o modifiche. Durante e dopo l’installazione, assistono il cliente, per completare al meglio ogni lavoro.

Fabio Bornati con Andrea Pirovano
Fabio Bornati con Andrea Pirovano

 

DIVENTIAMO GRANDI #2 Per l’illuminazione della facciata di un museo, il committente ha chiesto e ottenuto l’integrazione di apparecchi di illuminazione decorativi, per aggiungere un tocco estetico personalizzato. Ad un’azienda impegnata nella ristrutturazione dei suoi spazi, invece, il team C.I.E.B. ha proposto di utilizzare nei corridoi una soluzione analoga a quella adottata negli uffici, in modo da conferire un’armonia complessiva al progetto. In casi del genere, è importante contattare tempestivamente il fornitore, con la planimetria ancora sul tavolo, per verificare disponibilità dei prodotti ed ottenere il minor tempo possibile di evasione. E i bancali sono già pronti in magazzino.

A sx, Filippo Vergani, responsabile del punto vendita di Padova di Sonepar Italia con Davide Lombardi
A sx, Filippo Vergani, responsabile del punto vendita di Padova di Sonepar Italia con Davide Lombardi, responsabile Marketing della Divisione Nord e Web Manager Sonepar Italia

 

#SMARTANDSOCIAL  “L’evoluzione tecnologica ha invaso prima la nostra vita privata, poi quella professionale, grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Nel settore elettrico, che ha recepito l’evoluzione con alcuni anni di ritardo, il business è focalizzato su strumenti che migliorino l’accessibilità ai servizi messi a disposizione dalle aziende. In linea con la casa madre, Sonepar Italia ha iniziato a sviluppare anche nel mondo del materiale elettrico strumenti che recepissero questa tendenza. Per l’ultimo triennio, le nostre statistiche evidenziano una crescita a doppia cifra dei volumi generati da e business, a fronte della domanda da parte dell’installatore di un accesso immediato e user-friendly a cataloghi elettronici, schede tecniche e altre risorse”, spiega Davide Lombardi, responsabile Marketing della Divisione Nord e Web Manager di Sonepar Italia.

Davide Lombardi
Davide Lombardi

 

#SMARTANDSOCIAL-2 Per gestire un progetto social, racconta Davide Lombardi “si parte dall’analisi dei feedback del mercato e delle esigenze dei clienti. Quindi, si passa all’ideazione e allo sviluppo tecnico della piattaforma web. Poter contare su un panel di clienti estremamente fidelizzati e vicini all’azienda, permette di ‘tarare’ l’app o il sito in via di sviluppo alle loro necessità quotidiane. I diversi step vanno programmati con largo anticipo, così da permettere agli utenti di prendere confidenza con i nuovi strumenti. Sonepar Italia prevede una fase di accompagnamento dei clienti, con un team di promoter che illustra ‘a domicilio’ ai clienti le nuove risorse tecnologiche”.

Thierry Conte, direttore Logistica Sonepar Italia
Thierry Conte, direttore Logistica Sonepar Italia

 

#LOGISTICA “La costruzione del Centro Distributivo di Padova ed il successivo Polo logistico di Pomezia hanno dato il via, nel 2000, ad un processo di riorganizzazione del network, armonizzando tutte le aziende del Gruppo, due anni fa confluite in Sonepar Italia. Questo processo ha comportato due grandi benefici. Primo: la riduzione dei capitali immobilizzati in stock, vale a dire decine di milioni di euro di merce, nei 3 centri logistici di Padova, Pomezia e Catania. Secondo: la diminuzione fino al 50 per cento della superficie dei punti vendita, la riorganizzazione ha reso superfluo insistere in strutture che si estendevano mediamente dai 2.000 ai 4.000 m2. In termini di capacità distributiva e numeri di consegne, l’efficienza è incrementata del 100 per 100 in dieci anni. Oggi, dalle nostre flotte e dai centri logistici, avvengono oltre 4.000 consegne al giorno”, attesta Thierry Conte, Direttore Logistica di Sonepar Italia.

Thierry Conte
Thierry Conte

 

#LAVORO QUOTIDIANO “Le ottimizzazioni interne rappresentano il nostro pane quotidiano. Ogni giorno va messo in discussione quel che è stato fatto ieri. A mio avviso, i margini di miglioramento sono strettamente collegati alla possibilità di migliorare l’ integrazione tra le logistiche dei player della distribuzione e quelle dei fornitori. Questo tema, che potrebbe portare notevoli benefici di scala alle parti in causa, non è ancora stato esaurientemente affrontato nel nostro settore”, è il pensiero di Thierry Conte.

Chiara Cereda di EMA Cereda
Chiara Cereda di EMA Cereda

 

FAMILY BUSINESS #1 – LA VOCE DEL CUORE Riflessioni a voce alta di Chiara Cereda di EMA Cereda. “Procedure, normative, contrattualistica internazionale… Bisogna analizzare tutti gli aspetti di un business, prima di addentrarvisi. Il mercato attuale ci pone davanti alla necessità di sperimentare sempre cose nuove. Chissà se anche il nonno o papà, quando iniziarono, avevano a che fare con tutte queste cose. E a volte mi chiedo cosa sia la vera sicurezza:  economica, relazionale, dei processi. Vorrei anche poter agire d’istinto, ascoltare le mie sensazioni, bilanciare l’attività commerciale con il cuore: questa è la cosa che può differenziare dagli altri”.

Giacomo Cereda con Chiara Cereda
Giacomo Cereda con Chiara Cereda

 

 

FAMILY BUSINESS #2 – NON OCCORRONO SUPEREROI “Penso che una volta ci fossero maggior voglia di relazione umana, meno prodotti da gestire a magazzino… Oggi dobbiamo  calcolare le cose prima che avvengano, sapere in anticipo se il cliente chiederà un certo prodotto” le risponde il fratello Giacomo. “Una volta, tra amici, ci si divertiva con poco, oggi serve tutto. Forse il mercato ha assunto dei toni simili. Eppure, ogni lavoro terminato è un piccolo progresso lungo il nostro cammino. Un cliente che ringrazia per l’informazione ricevuta, dà soddisfazione. Non occorre essere supereroi: basta fare del proprio meglio con quel che si ha a disposizione”. (Stefano Troilo)

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here