Barcella Elettroforniture

Un nuovo lay out per il magazzino

0
623

Dunque non tutti gli ordini vanno evasi in tempo reale?

No, perché l’installatore ordina alle 8 del mattino il materiale per il giorno e se non lo trova va da un altro distributore: per questo le nostre filiali devono avere disponibilità immediata o in tempo reale del materiale di alta rotazione e ingombro piccolo-medio. Ma se l’installatore richiede, ad esempio, un power center non ne ha una necessità immediata e quindi può riceverlo il giorno dopo; per gestire questa consegna è più adatto il magazzino tradizionale.

Ma interagiscono le parti tradizionali e quelle automatizzate?

Sì, perché ciascun ordine, composto sempre da svariate tipologie di materiali, quando arriva al CEDI viene diciamo così spacchettato nelle diverse aree del magazzino e poi ri-assemblato una volta raccolti tutti i prodotti. In questo modo siamo in grado di gestire 20 ordini contemporaneamente.

I vantaggi del CEDI non stanno solo nell’automatizzazione?

No, stanno nella migliore organizzazione. Eliminare dalle sedi periferiche le operazioni di stoccaggio, allestimento ordini e consegna vuole dire molte cose: alleggerire il peso delle attività sul singolo punto vendita e quindi favorire l’apertura di nuove sedi sul territorio. Del resto il sistema centralizzato consente un monitoraggio dei flussi molto più puntuale e preciso, utile anche per valutare tutto il mondo dell’e-commerce. E questo sistema automatico si paga se c’è flusso adeguato e se esiste un collegamento 24 ore su 24 fra CEDI e filiali

E i vantaggi economici?

Vengono in un secondo momento e non sono prioritari. Il primo obiettivo è migliorare il servizio all’installatore, allargare le gamme ed essere più veloci nelle consegne: fra magazzino tradizionale e automatizzato, il rapporto è tre a uno, nella riduzione dei tempi e nell’aumento dei materiali movimentati. L’investimento è stato di 3 milioni di euro e di 1 milione per questa seconda release, ma il payback economico avviene in cinque-sei anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here