Attualità ARAME

Crescere nel segno della convergenza

0
449
Danilo Pesce, responsabile comunicazione ARAME

Tra linee-guida e iniziative per il secondo semestre dell’anno, Arame si prepara all’assemblea di settembre. Che potrebbe portare in dote una nuova sezione regionale e un “modello unico” per il calcolo delle provvigioni

“Molte problematiche delle agenzie sono trasversali rispetto ai territori in cui operano. Per questo continueremo a lavorare nell’ottica della loro condivisione, per individuare soluzioni che abbiano una ricaduta sull’intero settore”. All’indomani del consiglio nazionale riunitosi il 17 maggio a Milano, Danilo Pesce traccia una sintesi delle strategie di breve e medio periodo di Arame. Il titolare dell’agenzia D.P.R. di Lamezia Terme ricopre infatti il ruolo di responsabile della comunicazione per l’associazione presieduta da Antonio Franceschi. In vista dell’assemblea nazionale di settembre, la tabella di marcia appare comunque definita: si punta a crescere sul territorio reclutando nuovi iscritti, consolidando contemporaneamente il dialogo con gli altri attori della filiera.

Provvigioni: verso il “modello unico”

La concentrazione di più punti vendita sotto la stessa insegna – favorita nell’ultimo lustro dalle acquisizioni effettuate dai distributori maggiormente strutturati – ha comportato la necessità di adeguare i parametri di calcolo delle provvigioni. La questione, delicata per i rappresentanti che generano fatturato presso filiali dello stesso grossista presenti in regioni diverse, è stata finora regolata attraverso la stipula di protocolli d’intesa tra Arame e singoli rivenditori. Nel breve periodo è prevista la convocazione di un gruppo di lavoro Anie-ARAME e FME  che pervenga a un’intesa applicabile sull’intero territorio nazionale. Dunque, si punta a un “modello unico” che consenta di calcolare correttamente gli emolumenti dell’agente di zona.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here